IL DECLINO DEL SACRO. Rumore sociale, mass media e nichilismo


Ho appena pubblicato il mio nuovo libro per l’ottima casa editrice Edizioni Radio Spada.

Inserisco breve sinossi, estratti e dati del libro dal sito dell’ editore (qui).

cop fronte

 

DATI DEL LIBRO.

TITOLO: Il declino del sacro

SOTTOTITOLO: Rumore sociale, mass media e nichilismo

AUTORE: Marco Sambruna

PAGINE:  210 formato A5

EDITORE: Edizioni Radio Spada

Anno 2017

© 2017 Edizioni Radio Spada

ISBN 9788898766390

PREZZO: € 14,90 + spese di spedizione

 

 

SINOSSI:

La formazione dell’Autore in campo filosofico e psicologico è la base per un percorso concettuale e geografico affascinante e terribile, in cui il fenomeno del modernismo ecclesiale e sociale viene impietosamente sezionato alla luce delle categorie della filosofia contemporanea nichilista e della comunicazione pubblicitaria propria della società dei consumi. Uno strumento fondamentale per capire la crisi odierna e gli stilemi della “chiesa 2.0”. (dalla newsletter di presentazione dell’editore).

ESTRATTI:

«Mentre nella religione tradizionale l’ethos svolgeva un ruolo di primaria importanza, il principio di autorità nella nuova religione è stato totalmente abolito. Si interrompe la catena verticale della trasmissione del sapere, sostituita da una configurazione frattale in cui ogni informazione si duplica orizzontalmente quasi infinitamente per germinazione automatica. La migrazione dall’ethos religioso a quello consumistico e a quello laicista ha il suo momento di maggior evidenza proprio nello sbiadire della figura che incarna l’autorità nella trasmissione del sapere.

Si transita così dai fondatori delle grandi religioni monoteiste e dai soloni della storia della filosofia, agli opinion maker e influencer santificati dai mass media, ai cosiddetti guru che ideano un segmento del prodotto e lo pongono a disposizione del pubblico perché un altro innovatore idei il segmento successivo. È un processo di parcellizzazione del sapere che risponde al criterio della co–costruzione, ma se all’inizio del processo di democratizzazione e laicizzazione del sapere fondatori e opinion maker godevano ancora di un’aura che li rivestiva di autorevolezza riverenziale, oggi i guru suscitano l’entusiasmo della comunità che li considera “uno di loro”. […]

Sulla scorta dei successi e della diffusione a espansione geometrica del nuovo credo laicista, anche la religione tradizionale, rappresentata in occidente dalla Chiesa cattolica, ha pensato bene di rinnovarsi ricorrendo allo stesso paradigma. Significativo in questo senso il modo in cui è stato gestito il sinodo sulla famiglia straordinario svoltosi nell’ottobre 2014. […] risulta quindi chiaro che in materia di morale sessuale la chiesa desidera ricorrere al modello partecipativo, o meglio social, del web 2.0 in cui sono i fedeli stessi a concorrere alla formulazione del dogma rinunciando al tradizionale – e bimillenario – principio di autorità in materia di dottrina.

[…] Quanto al “credere” con tutta probabilità pochi sono persuasi, ad esempio, della divinità di Cristo o della Sua Resurrezione; quanto al praticare ancora meno sono quelli che frequentano la messa e quindi accedono ai sacramenti e, infine, è molto facile che siano una sparuta minoranza quelli che vivono la dottrina morale della Chiesa sulla sessualità. In pratica il Sinodo ha deciso di far dipendere la morale sessuale della Chiesa e il destino della famiglia tradizionale dal parere di persone che per la maggior parte sono cattolici solo nominalmente e di fatto ampiamente secolarizzati quanto al pensiero e allo stile di vita.

Questo esempio di democratizzazione all’interno della Chiesa cattolica nella formulazione di dogmi la cui dottrina per secoli è stata pertinenza esclusiva di teologi assolutamente ortodossi, dimostra come ormai alcune dinamiche della nuova religione laicista abbiano fatto breccia nella religione tradizionale. D’altra parte non poteva che essere così: la diffusione fondamentalista, integralista, anti pluralista e totalitaria della nuova religione perché potesse avere successo esigeva l’eliminazione dei residui della vecchia religione al tramonto e la “conversione” dei suoi, sempre più sparuti, seguaci.» (Marco Sambruna)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.